Via Corte Nocera, 82030 San Salvatore Telesino (BN)

Una pelle da idratare

Grazie alla sua azione protettiva, la nostra pelle ci difende dagli agenti esterni ma necessita di cure quotidiane da scegliere attentamente in base alle caratteristiche individuali

La detersione che svolgiamo quotidianamente non è semplicemente un atto per rimuovere le impurità o gli odori dal nostro corpo: è un’operazione più complessa e importante. Non dimentichiamo che la nostra
pelle è assimilabile ad un organo, nello specifico è l’organo di protezione che preserva il corpo dagli agenti esterni. Oggi possiamo trovare detergenti per ogni zona del corpo e del viso, dagli shampo per la pulizia dei capelli ai detergenti intimi ai bagnoschiuma e saponi neutri.

Tensioattivi e oli

In generale possiamo distinguere due tipi di detersione da destinare alla cute: una detersione per ontrasto e una detersione per affinità. L’azione detergente per contrasto viene svolta dai tensioattivi presenti all’interno dei prodotti cosmetici: essi sono sostanze, di sintesi o di origine naturale, con un’azione delipidizzante più o meno marcata in base alla loro natura chimica e in grado di rimuovere lo
sporco tramite il risciacquo.

Le diverse tipologie di detergenti nascono da formulati definiti tensioliti. Ad esempio, negli shampoo, l’azione principale è quella di pulire il capello, oltre al cuoio capelluto, e la si ottiene inserendo tensioattivi più o meno aggressivi uniti a sostanze nutrienti del capello; nel bagnoschiuma è richiesta una azione
lavante unita ad un elevato potere schiumogeno che solo un detergente per contrasto può ottenere.
Nei prodotti per l’igiene intima è d’obbligo, invece, l‘impiego di tensioattivi soft data la sensibilità delle
mucose; in particolare, la formulazione per l’igiene delle donne deve prevedere, oltre l’impiego di tensioattivi non aggressivi, anche un pH leggermente acido.

Per i più piccoli

Un’attenzione particolare va data ai prodotti destinati ai bambini: data la delicatezza della cute, in articolare al di sotto dei tre anni, vanno impiegati detergenti con tensioattivi non aggressivi o ancora meglio gli oli, che sono i più adatti alla tipologia di cute. Anche per la pulizia dei capelli risulta indispensabile l’impiego di tensioattivi delicati negli shampoo per l’infanzia in abbinamento ad una bassa irritazione oculare.

Quando la pelle è grassa

In sintesi possiamo dire che la scelta del detergente è una scelta importante e richiede attenzione. Occorre soprattutto conoscere e saper scegliere il prodotto più adatto anche in base al proprio tipo di pelle.

Nel caso di una pelle grassa non deve essere ipernutrita ma nemmeno aggredita con prodotti troppo irritanti che la possano seccare. È risaputo che le ghiandole sebacee reagiscono all’insulto aumentando la produzione di sebo (tipico effetto “rebound”) e quindi è meglio orientarsi verso prodotti specifici con un pH relativamente basso (4.5-5.5).


Una pelle grassa necessita, poi, di una pulizia più profonda e continua con prodotti a risciacquo da applicare anche più volte al giorno. Il consiglio è di evitare lavaggi troppo frequenti (non più di 2-3 al giorno) o troppo diradati (meno di uno al giorno). La pelle grassa (così come la pelle mista) non ama i detergenti per affinità: non prevedendo il risciacquo, difatti, la permanenza prolungata di queste
sostanze sulla pelle peggiora il disturbo ostruendo il follicolo. Questo tipo di pelle richiede periodici ma non eccessivi trattamenti esfolianti in grado di promuovere il rinnovamento cellulare.

Se la pelle è secca

La pelle secca necessita di essere soprattutto reidratata. Infatti, in questo caso, il contenuto di acqua e sebo presente nello strato più superficiale dell’epidermide è sensibilmente inferiore rispetto ai parametri fisiologici e occorre, quindi, detergere il viso con un latte detergente specifico per pelli secche non aggressivo. Per rimuovere il prodotto dal viso si consiglia di strofinare delicatamente un batuffolo di
cotone leggermente inumidito con acqua termale.

Per il corpo utilizzare sempre detergenti delicati, impreziositi con ingredienti emollienti/nutrienti (ad esempio burri vegetali). La sera prima di coricarsi applicare sulla pelle secca un generoso strato di crema oleosa, nutriente e protettiva.

La cura del viso

La pulizia del viso non deve essere mai trascurata prima di andare a letto, specialmente su un viso truccato. La maggior parte dei trucchi, infatti, ha una azione occlusiva sulla pelle cioè non la lasciano respirare. Ebbene si, anche la pelle respira! Più che di respirazione, in realtà, parliamo di traspirazione: la pelle è lo strumento attraverso il quale il corpo cede all’esterno acqua sottoforma di vapore.


La sera è necessario che la pelle sia completamente libera di avere scambi con l’esterno e questo lo si ottiene grazie all’impiego di prodotti struccanti da scegliere in base al tipo di pelle e utilizzando i tonici che permettono una più efficace pulizia in profondità ed un riequilibrio dell’idratazione cutanea.

Prev post
Next post

Leave A Reply

it_ITItalian