Via Corte Nocera, 82030 San Salvatore Telesino (BN)
Ricerca

Effetto protettivo del piceatannolo e dei derivati stilbeni bioattivi contro la tossicità indotta dall’ipossia nei cardiomiociti H9c2 ed elucidazione strutturale come inibitori della 5-LOX

Estratto

Gli stilbeni con note proprietà antiossidanti e antiradicali sono utili in diverse patologie, tra cui quelle cardiovascolari. La presente ricerca è stata condotta per studiare il potenziale effetto protettivo del resveratrolo (1) e del piceatannolo (2) contro lo stress ossidativo indotto dall'ipossia nella linea cellulare cardiomioblastica H9c2 e i meccanismi sottostanti. I composti 1 e 2 hanno inibito significativamente il rilascio di perossinitrito e i livelli di acido tiobarbiturico a concentrazioni nulle o submicromolari; questo effetto è stato più evidente nelle cellule trattate con piceatannolo, che ha aumentato significativamente il livello di proteina MnSOD in modo dipendente dalla concentrazione.

Inoltre, poiché il piceatannolo, che è molto meno abbondante nelle fonti naturali, ha mostrato una bioattività superiore a quella del composto progenitore, riportiamo una sintesi molto rapida e una progettazione dettagliata basata sulla struttura di una libreria mirata di stilbeni. Infine, tenendo conto che l'accumulo di ROS indotto dall'ipossia aumenta anche l'espressione e l'attività della 5-lipossigenasi (5-LOX) con produzione di leucotrieni, abbiamo rivelato i fattori strutturali chiave cruciali per l'attività della 5-LOX. Tra gli analoghi sintetizzati (3-7), il composto 7 è risultato il più efficace nel migliorare la vitalità dei cardiomiociti e nell'inibizione della 5-LOX. In conclusione, gli studi modellistici e sperimentali hanno fornito le basi per un'ulteriore ottimizzazione degli analoghi degli stilbeni come inibitori multi-target delle vie infiammatorie e ossidative.
chemlabs-08
it_ITItalian